FRANCESCO: PAROLE ‘AFRICANE’ COMPRESE QUELLE IN AEREO (CON QUALCHE NOTA) – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 30 novembre 2015

 

Una scelta di alcuni tra i passi più significativi dei discorsi di papa Francesco in Kenya, Uganda e Centrafrica, oltre che delle risposte durante la conferenza-stampa in aereo verso Roma – Un viaggio difficile e coraggioso in Chiese di ‘periferia’  in cui Francesco ha riscosso  un grande successo popolare, non deludendo le attese di poveri e diseredati e promovendo un intenso dialogo interreligioso – Emblematica l’apertura della Porta Santa a Bangui, con un rito tanto intenso quanto essenziale.

 

FRANCESCO A CUBA (CON QUALCHE NOTA) – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 24 settembre 2015

 

Una scelta (non esaustiva) di passi significativi delle omelie e di momenti rilevanti delle giornate intense vissute dal Papa nell’isola caraibica e da lui in parte evocate nella conferenza-stampa in aereo da Santiago de Cuba a Washington. La carezza del grembo, “incinto di speranza” e la questione dei dissidenti.

 

 

MICROMEGA, FRANCESCO E L’ALTRA CHIESA – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 27 settembre 2015

 

Presentato nei giorni scorsi il numero speciale della rivista laicista Micromega, che ha chiesto a una trentina di cattolici – in larga parte dell’area ‘progressista’ – di rispondere ad alcune domande riguardanti caratteristiche, fatti e attese del pontificato di Francesco. Dai contributi apparsi emerge una prevalente soddisfazione per come sta operando il papa argentino, ma anche qualche critica pungente, come quella di Valerio Gigante e don Vitaliano della Sala.

 

IL PAPA IN AMERICA LATINA: PAROLE PER  RIFLETTERE (CON QUALCHE NOTA) – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 13 luglio 2015

 

Quello apostolico in Ecuador, Bolivia e Paraguay è stato – come prevedibile – un viaggio di grande rilievo e molto vissuto da Papa Francesco. Tanti gli incontri, tante le parole pronunciate e le conseguenti riflessioni suggerite. Ne offriamo un’antologia, pur non certo esaustiva di tutto quel che di importante ha detto il pontefice argentino e gesuita in una terra a lui ben conosciuta e molto cara