PAPA E COMUNICAZIONE/ INTERVISTA A MONS. DARIO EDOARDO VIGANO’ – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 2 aprile 2016

 

Ad ampio colloquio con il prefetto della Segreteria per la Comunicazione. Aspetti della comunicazione in papa Benedetto XVI e in papa Francesco. Il forte timbro latino-americano: le parole di Francesco sanno della polvere dei chilometri percorsi a Buenos Aires. La comunicazione, anche quella papale, è inscindibile dai rischi di malintesi, come dimostra l’esperienza. Francesco e i ‘social’, un rapporto sorprendente. La ristrutturazione della comunicazione della Santa Sede: Radio Vaticana e l’ “Osservatore Romano”.

 

Il PAPA: M’IMMISCHIO, NON M’IMMISCHIO…L’ OSSERVATORE E IL MAZZO DI FIORI di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 19 febbraio 2016

 

M’immischio, non m’immischio; giudico, non giudico… papa Francesco sconcerta il mondo cattolico con le sue valutazioni altalenanti. Esse emergono regolarmente durante le conferenze-stampa in alta quota. Trump ‘non cristiano’, il ‘non m’immischio’ nel dibattito sulle ‘ unioni civili’, l’ambiguità sulla contraccezione. Ancora, riguardo alla ‘Cristiada’: nel silenzio generale, solo ‘L’Osservatore Romano’…

  

CATTOLICI ‘PROGRESSISTI’: FRANCESCO? SI’, CERTO, MA VOGLIAMO DI PIU’ - di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 15 marzo 2016

 

Può essere interessante piluccare tra i molti commenti di parte ‘catto-progressista’ (quella storica naturalmente) al terzo anniversario dell’elezione di papa Francesco. Oltre ad alcuni passi dei documenti di “Noi siamo Chiesa” e dell’Associazione Viandanti” proponiamo anche qualche considerazione di Marco Politi, Luigi Sandri e Luis Badilla…   

DICHIARAZIONE KIRILL-FRANCESCO: QUANTO VALE LA FIRMA DEL PAPA? – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 15 febbraio 2016

 

Se l’incontro tra il patriarca Kirill e papa Francesco è stato un evento storico, anche la ‘Dichiarazione comune’ firmata  da ambedue ha un’innegabile e grande importanza per un’unità d’azione delle due Chiese riguardo a tante sfide del nostro tempo. Tuttavia è già in corso (con Santa Marta in prima fila) il tentativo di sminuire, definendola ‘pastorale’, la portata delle chiare e nette affermazioni che nel testo si fanno sui valori etici e che chiamano inevitabilmente alla coerenza di comportamenti nella vita della ‘polis’ i membri delle due Chiese…