FRANCESCO: LETTERA SUL PRESEPE/MESSA CONGOLESE (CON QUALCHE NOTA) – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 1 dicembre 2019

 

Il Papa ha firmato oggi a Greccio un documento di grande spessore anche emotivo sul Presepe. E’ una bella tradizione da sostenere e valorizzare sia in famiglia che in scuole, ospedali, piazze. In mattinata un’allegria inconsueta nella Basilica di San Pietro, portata dalla messa in rito zairese presieduta da Francesco. Un appello drammatico. Un’omelia con diversi spunti di interesse (anche controversi).

 

COLLOQUIO CON I GESUITI: FRANCESCO E LA LUSSURIA (CON P.S. SU ASSISI) – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 29 settembre 2019

 

Nel recente viaggio apostolico in Africa, papa Bergoglio come di consueto ha colloquiato (in Mozambico e in Madagascar) con i confratelli gesuiti. E come di consueto la conversazione ’privata’ è stata poi pubblicata a cura di padre Spadaro su ‘La Civiltà Cattolica’. Nell’occasione Francesco ne ha dette tante... Nel P.S. un curioso comunicato del Sacro Convento di Assisi.

FRANCESCO IN THAILANDIA E GIAPPONE (CON QUALCHE NOTA E UN P.S.) – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 29 novembre 2019

 

Alcuni passi significativi tratti dagli interventi di Jorge Mario Bergoglio (vedi Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede) nel corso del viaggio apostolico in Thailandia e Giappone dal 19 al 26 novembre (compresa la conferenza-stampa aerea nel volo di ritorno Tokyo-Roma). Qualche annotazione puntuale. Con un P.S.

PAPA/EUTANASIA: NON ESISTE IL DIRITTO ALLA MORTE. ED ALTRO SUL TEMA - di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 23 settembre 2019

 

Martedì 24 settembre (e mercoledì 25 settembre) la Corte Costituzionale italiana (la Consulta) discuterà e deciderà in tema di ‘aiuto al suicidio’: imporre una sentenza in materia o lasciare altro tempo al Parlamento perché legiferi? Il 20 settembre altro forte intervento di papa Francesco. Le contraddizioni del convegno ecclesiale dell’11 settembre scorso. ‘Slalom’, la rubrica preziosa di Salvatore Mazza.