L’ISIS TI TOGLIE LA VITA, L’IDEOLOGIA GENDER TI STRAPPA L’IDENTITA’ – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 9 marzo 2015

 

In Italia dall’8 marzo 2015 c’è un nuovo ‘mostro’ creato dalla nota lobby: un sacerdote comasco, don Angelo Perego, che ha brevemente pubblicizzato un incontro su temi antropologici comparando Isis e ideologia gender. Rilanciata con evidenza dai media, la notizia ha provocato molti commenti trasudanti gravi pregiudizi. Che dimostrano come in Italia sia di molto cresciuta l’intolleranza anti-cattolica. Il sacerdote spesso contrapposto alle presunte ‘aperture’ di papa Francesco.

 

LUCIO MALAN, UN ‘NO’ VALDESE ALL’IDEOLOGIA GENDER – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 2 febbraio 2015

 

Ampia intervista al senatore Malan, di fede valdese, sulla necessità e l’urgenza di un impegno civile e trasversale per bloccare l’imposizione dilagante negli asili e nelle scuole dell’ideologia gender – Come agiscono i fautori di tale devastante ideologia – Parole inequivocabili di papa Francesco su una “colonizzazione” che sconvolge l’antropologia umana – Il coraggio del card. Bagnasco che invita i genitori dissenzienti a tenere a casa i figli quando ci sono lezioni di indottrinamento – Una petizione anti-gender di associazioni non solo cattoliche 

ESODO ISTRIANO/ A POLA: IL CANCELLO, LA MAMMA,  LA BAMBINA – di LUCIA BELLASPIGA - www.rossoporpora.org – 10 febbraio 2015

  

Dal 2005 ogni anno si commemora in Italia il ‘Giorno del Ricordo’, fissato per il 10 febbraio: un giorno istituito per far memoria dei tragici avvenimenti (foibe, deportazioni, esodo) di cui furono vittima a varie riprese – dall’autunno del 1943 alla metà degli Anni Cinquanta, per mano dei comunisti jugoslavi agli ordini del maresciallo Tito e con la complicità di alcuni comunisti italiani  - circa 350mila italiani residenti in Istria, Fiume e Dalmazia. Li ricordiamo anche noi, esempio drammatico e ammonitore di tanti altri esodi cui anche oggi sono costrette in tutto il mondo intere popolazioni, là dove le armi soffocano il dialogo.

 

27 GENNAIO: LA MEMORIA NON DEVE MORIRE – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 27 gennaio 2015

 

Due brevi testimonianze di Israel Meir Lau - Rabbino-capo askenazita emerito di Israele- e di Sami Modiano - sopravvissuto di Auschwitz - per coltivare una memoria tanto ammonitrice quanto necessaria in un mondo che sembra non voler imparare dalla storia. Un incontro e un concerto ieri a Roma