ROMA/MUSEO EBRAICO: PER SFATARE UN’ODIOSA DICERIA – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 16 dicembre 2014

 

Inaugurata martedì 16 dicembre nello splendido Museo ebraico di Roma, presso il Tempio Maggiore, una mostra (aperta fino al 16 marzo 2015) che ancora una volta documenta come gli ebrei italiani siano cittadini a pieno titolo dello Stato italiano – In mostra lettere, fotografie, altri documenti sulla partecipazione ebraica alla Prima Guerra Mondiale

 

DIOCESI DI ROMA: GENITORI, REAGITE ALL’IMPOSIZIONE DELL'IDEOLOGIA GENDER! – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 1 dicembre 2014

 

In prima pagina, sotto il grande titolo “Gender a scuola. La protesta dei genitori”, il settimanale della diocesi di Roma evidenzia e valorizza l’azione del ‘Comitato Articolo 26’ contro gli ormai molteplici tentativi di imporre nelle scuole, anche della capitale, l’ideologia del ‘gender’ – Le gravi responsabilità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio, del Ministero dell’Istruzione, della Regione Lazio, del Comune di Roma per il sostegno dato alle strategie della nota lobby

 

ROMA/SENTINELLE: ARGOMENTARIO DEI DISTURBATORI – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 13 dicembre 2014

 

Nel pomeriggio di sabato 13 dicembre sono tornate a vegliare a Roma e in altre città d'Italia le 'Sentinelle in piedi' - Circa 250 i partecipanti a piazza San Silvestro, contestati vocalmente da una cinquantina di attivisti lgbt - L'argomentario dei disturbatori

 

LIBERTA’ RELIGIOSA: L’ITALIA COME I GAMBERI - di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 6 novembre 2014

 

Dal ‘Rapporto 2014’ sulla libertà religiosa (in genere, non solo dei cristiani) nel mondo si evince che pure in Italia sta diventando problematica (soprattutto per i cristiani) la manifestazione pubblica di tale diritto fondamentale,  analogamente a quanto succede – in forma ancora più grave – in buona parte del mondo ‘occidentale’ . Uno stillicidio continuo di episodi intimidatori che potrebbero indurre molti a rinunciare alla propria libertà d’espressione controcorrente