PRO-VITA/INCONTRO A ROMA: VOCI DA NORDAMERICA, SPAGNA E BELGIO – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 2 maggio 2014

 

Sabato 3 maggio 2014 grande incontro internazionale pro-vita a Roma. Strategie mondiali in discussione. Tra i relatori il card. Burke e lo studioso George Weigel. Interviste sulla situazione in Nordamerica (John Westen), in Spagna (Walter Hintz) e nel Belgio (Juristes pour la vie).

 

KAROL WOJTYLA: UN SANTO? – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 29 marzo 2014

 

Nella sua variegata e singolare antologia di interviste (Accanto a Giovanni Paolo II – Gli amici e i collaboratori raccontano, edizioni Ares) Wlodzimierz Redzioch riesce a far emergere nelle sue molteplici sfaccettature la personalità di un uomo connotato da grande umanità, che ha esercitato in un grado molto superiore alla media quelle virtù che oggi lo portano alla canonizzazione.

 

 

POLONIA SEMPER FIDELIS: LA LUNGA MARCIA DEI POLACCHI PER KAROL -di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 28 aprile 2014

 

Non nuova, ma sempre impressionante la determinazione con cui i polacchi testimoniano il loro cattolicesimo e il loro ‘grazie’ per Karol Wojtyla, ora san Giovanni Paolo II – Avanzano a plotoni, bandiere al vento e in loro c’è un’orma antica: quella della cavalleria del re Jan Sobieski, che scendendo dalla collina del Kahlenberg, il 12 settembre 1683 sbaragliò i turchi di Kara Mustafà, liberando Vienna dall’assedio ottomano.

 

CHIESA FRANCESE E FILOSOFA BRUGERE: INVITO REVOCATO, INTERVISTA ISTRUTTIVA – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 21 marzo 2014

 

Molto significativa l’intervista che la filosofa Fabienne Brugère ha rilasciato a ‘Le Monde’ dopo che le è stato revocato l’invito a svolgere una delle due relazioni principali previste nel corso di formazione per responsabili nell’ambito  della pastorale familiare, promosso dal consiglio “Famiglia e società’ della conferenza episcopale francese. L’invito corrispondeva “alla logica del discorso del papa attuale”, ma “le minoranze ultra-tradizionaliste hanno un peso inquietante”.