RAVASI: SAPIENZA E BELLEZZA, PERLA PREZIOSA E COSE NUOVE – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 1 luglio 2013

 

Intelligenza, sapienza, ricerca della bellezza. E nel contempo il riconoscere la perla preziosa, l’estrarre dal proprio tesoro prima le cose nuove (sinonimo di creatività), pur non disprezzando le antiche, perché ogni artista molto deve al passato. Di questo ha trattato lunedì primo luglio il cardinale Ravasi nell’omelia sviluppata dentro il Pantheon in occasione dell’ammissione di dieci soci nella Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi. La celebrazione è stata resa suggestiva, oltre che dalla nobiltà del luogo, anche dal coro della diocesi di Roma, diretto da mons. Frisina. 

"MATRIMONI GAY": IL POPOLO FRANCESE NON SI RASSEGNA – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 28 maggio 2013

 

La nuova, grande manifestazione di domenica 26 maggio a Parigi contro la legge su ‘matrimoni’ e ‘adozioni’ gay - approvata il 23 aprile dall’Assemblea nazionale e promulgata il 19 maggio dopo il ‘sì’ della Corte costituzionale – ha dimostrato che la Francia profonda, quella ancora legata ai valori della dignità umana che hanno costruito l’Europa, non ha nessuna intenzione di ritirarsi dalla scena pubblica in materia antropologica.

RAVASI : I MARTIRI IN TRE VERBI – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 27 giugno 2013

I martiri non ci separano dall’amore di Dio, perseverano nella fedeltà alla Sua parola, non raffreddano il fuoco della loro passione per Cristo. Sono i tre verbi attorno ai quali si è sviluppata l’omelia del cardinale Gianfranco Ravasi, durante la messa per la festa dei Protomartiri Romani celebrata come ogni anno in Santa Maria in Camposanto a fianco della Basilica di san Pietro

A PROPOSITO DI VATICANO, BIENNALE, PRESENTAZIONI STAMPA – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org - 15 maggio 2013

 

Martedì 14 maggio presso la Sala Stampa della Santa Sede è stata illustrata la partecipazione vaticana alla 55.ma edizione della Biennale d’arte di Venezia. Un avvenimento certo di rilievo per almeno due motivi principali: da una parte per la prima volta la Santa Sede avrà un proprio padiglione presso la mostra lagunare, dall’altra è da salutare molto positivamente la rinnovata volontà di dare un segnale importante per una riconciliazione tra Chiesa e arte contemporanea.