FRANCESCO IN AFRICA: DOPO LAMPEDUSA, IL CONTINENTE – di GIUSEPPE RUSCONI – su www.rossoporpora.org – 21 novembre 2015

 

Ampia intervista a mons. Barthélemy Adoukonou, dal 2009 segretario del Pontificio Consiglio della Cultura, sul viaggio apostolico del Papa in Africa. Il primo incontro con l’ ”Africa della diaspora” è stato già a luglio 2013 a Lampedusa. I rapporti tra Cristianesimo e Islam. La violenza viene dall’esterno del Continente. Emozione per l’apertura della Porta Santa a Banguì. Resistere al ricatto economico-ideologico dell’Occidente, che non raramente presenta un paesaggio desolato di macerie cristiane.

GIANNI GENNARI E IL 7 OTTOBRE 1977: BERLINGUER RISPONDE A MONS. BETTAZZI - di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 7 ottobre 2015

 

Trentotto anni fa il segretario del Pci Enrico Berlinguer inviò la lettera di risposta al vescovo di Ivrea mons. Luigi Bettazzi, che gli aveva chiesto pubblicamente più di un anno prima di chiarire i rapporti tra il suo partito e il cristianesimo. Alle redazione di quella lettera partecipò anche il giornalista e teologo - allora un “don” ritenuto ‘catto-comunista’ - Gianni Gennari. Che, nell’ampia intervista che segue,  rievoca quel che successe con dovizia di particolari, excursus compresi (vedi ad esempio il rocambolesco soggiorno a Mosca…)

 

 

MUSICA SACRA/ LA VITA SORPRENDENTE DI HANS-ALBERT COURTIAL – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 29 ottobre 2015

 

In questi giorni Roma ospita il XIV Festival internazionale di musica e arte sacra: stasera i Wiener Philarmoniker, diretti da Herbert Blomstedt, eseguiranno in San Paolo fuori le Mura le sinfonie n. 7 e 8 di Ludwig van Beethoven. E’ l’occasione giusta per chiedere all’imprenditore e mecenate tedesco Hans-Albert Courtial – deus ex machina del Festival – di raccontarci la sua venuta a Roma, centro mondiale del cattolicesimo 45 anni fa, e la concretizzazione dell’amore per la musica sacra all’ombra del Cupolone, da Paolo VI in poi.

 

 

FRANCESCO A CUBA: INTERVISTA AL FOCOLARINO GUSTAVO CLARIA’ - di GIUSEPPE RUSCONI  - www.rossoporpora.org – 19 settembre 2015

 

Gustavo Clariá, co-responsabile del web del Movimento dei Focolari, racconta le impressioni ricavate da una recente visita a Cuba, durata 35 giorni. Nel solco del carisma di Chiara Lubich l’economista argentino dà una lettura ‘focolarina’  della situazione, evidenziando ciò che è suscettibile di unire i cubani in uno sforzo collettivo di fratellanza al di là di ogni pur concreta difficoltà. Obiettivo principale di papa Francesco a Cuba e negli Stati Uniti? La revoca dell’embargo