KAROL WOJTYLA: UN SANTO? – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 29 marzo 2014

 

Nella sua variegata e singolare antologia di interviste (Accanto a Giovanni Paolo II – Gli amici e i collaboratori raccontano, edizioni Ares) Wlodzimierz Redzioch riesce a far emergere nelle sue molteplici sfaccettature la personalità di un uomo connotato da grande umanità, che ha esercitato in un grado molto superiore alla media quelle virtù che oggi lo portano alla canonizzazione.

 

 

JOCELYNE KHOUEIRY: LE BARRICATE ODIERNE? CONTRO IL ‘GENDER’ – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 8 marzo 2014

 

Una ‘prima’ in Vaticano il convegno per l’8 marzo, giornata della donna. Intervista a Jocelyne Khoueiry, negli Anni Settanta-Ottanta alla testa dei reparti femminili del Kataeb/Forze libanesi, poi fondatrice dell’associazione “La libanaise – Femme du 31 mai” e del “Sì alla vita” nazionale.  La lotta contro il ‘gender’. L’apprezzamento per le riflessioni mediorientali del patriarca maronita Béchara Raï, incompreso nelle sue analisi fino a poco fa da certa politica internazionale .

 

CHIESA FRANCESE E FILOSOFA BRUGERE: INVITO REVOCATO, INTERVISTA ISTRUTTIVA – di GIUSEPPE RUSCONI – www.rossoporpora.org – 21 marzo 2014

 

Molto significativa l’intervista che la filosofa Fabienne Brugère ha rilasciato a ‘Le Monde’ dopo che le è stato revocato l’invito a svolgere una delle due relazioni principali previste nel corso di formazione per responsabili nell’ambito  della pastorale familiare, promosso dal consiglio “Famiglia e società’ della conferenza episcopale francese. L’invito corrispondeva “alla logica del discorso del papa attuale”, ma “le minoranze ultra-tradizionaliste hanno un peso inquietante”. 

 

EUTANASIA: VERGOGNA SUL BELGIO, PAESE EX- CATTOLICO - di GIUSEPPE RUSCONI - www.rossoporpora.org - 13 febbraio 2014 

 

La Camera dei deputati belga, seguendo il Senato, ha approvato giovedì 13 febbraio sera la legalizzazione dell’eutanasia anche per i minori: i bambini ‘incurabili’ potranno chiederla con l’accordo dei genitori, se giudicati in grado di discernere, consigliati da un’équipe medica e uno psichiatra o psicologo. Nella classifica delle vergogne mondiali il Belgio riesce così a superare perfino l’Olanda, in cui l'eutanasia è permessa dai 12 anni in poi. I vescovi locali si dichiarano “delusi”, “deplorano”: povero cattolicesimo belga!