Luca Collodi, Radio Vaticana, 15 febbraio 2013

"La grave crisi economica in cui siamo immersi è stata preannunciata dalle 'antenne' della Caritas prima che dalle previsioni ragionate degli economisti". Lo afferma a 105FM, Giuseppe Rusconi, giornalista e scrittore, autore del libro "L'impegno, come la Chiesa italiana accompagna la società nella vita di ogni giorno" (edizioni Rubbettino). Rusconi registra esempi, cifre e progetti di "quella trama di fratellanza che il volontariato cattolico riesce ancora a tessere, non senza sacrificio, dentro una società per molti versi smarrita. Un "risparmio" per lo Stato per la sanità (1,2 miliardi), mense dei poveri (27 milioni), scuola paritaria cattolica (4,5 miliardi di euro, è la voce principale), lotta alla droga (800 milioni), migranti (2 milioni), post-terremoto Aquila (35 milioni), oratori (210 milioni), formazione professionale (370 milioni), lotta all'usura (1,2 milioni), volontariato (2,8 miliardi), beni culturali (140 milioni). "Dati, spiega Rusconi, che mostrano come anche oggi, così come da diversi secoli a questa parte, la Chiesa è vicinanza, condivisione, testimonianza concreta e opera nel quadro di un grande disegno organico di carità". "Mi accorgo, afferma Giuseppe Di Leo, giornalista vaticanista di Radio Radicale, che anche chi è quasi laicista sia consapevole come la presenza della Chiesa e del volontariato cattolico rinvigorisca lo stato sociale". "Ma se è facile riunire i cattolici sul tema del volontariato e del servizio agli altri, altro discorso è sulla perduta unità politica dei cattolici, ormai relegata a tempi passati". ( a cura di Luca Collodi)

 

 

Recensioni

Interviste

La presentazione

Foto di Romano Siciliani